Dal 2013 la legge prevede aggravanti per i partner

no-alla-violenza-sulle-donne_0

Il 09 luglio 2016 Il Tirreno ha scritto un articolo con il nostro contributo:

La difficoltà principale è che tutti negano, almeno gli autori. Ma spesso negano anche le vittime perché, spiega il “Settimo rapporto sulla violenza di genere in Toscana” del 2015, «spesso la donna viene fermata dalla paura, non ingiustificata purtroppo, che con la denuncia l’escalation della violenza nei confronti di se stessa e dei propri figli possa subire un’impennata verso l’alto».

Negli ultimi anni le norme in materia hanno subito un processo di revisione e sono state aggiornate, rispetto a un passato oscuro ma non così lontano che prevedeva il famigerato “delitto d’onore”, abrogato solo nel 1981. «Il primo passo in una direzione di tutela maggiore per le vittime donne di questo tipo di reati – spiega Gabriele Lessi, avvocato e membro dell’Associazione Lui di Livorno – è partita con la normativa per il contrasto allo stalking del 2009.

A livello internazionale è arrivata poi la convenzione internazionale di Istanbul del 2011 che è stata successivamente ratificata dallo stato italiano e che è entrata in vigore soltanto dalla scorsa estate, che mette l’accento sulla violenza assistita (quando un minore assiste agli episodi), qualificata come violenza». In Italia il vero spartiacque tra il passato e la contemporaneità è però l’agosto del 2013, con il decreto sul femminicidio voluto dal governo Letta, poi convertito nella legge 119. È stato introdotto l’arresto in flagranza obbligatorio per i reati di maltrattamenti in famiglia e prevede l’inasprimento delle pene quando la violenza è commessa contro una persona con cui si ha una relazione, non solo mariti o conviventi. (l.d.)

Potrebbero interessarti

La Principessa che credeva nelle favole
2 Marzo 2020

La Principessa che credeva nelle favole

Durante una psicoterapia, una paziente mi ha parlato di questo libro: “La Principessa che credeva nelle favole – come liberarsi del proprio principe azzurro” di Marcia Grad Power edito da Pickwick. Il modo in cui me ne parlava ha destato il mio interesse, ho pensato che potesse fare al...

erasmusplus
21 Ottobre 2019

Il ruolo delle associazioni di uomini nel contrasto alla violenza di genere

Intervento alla Tavola Rotonda “I diritti delle donne e la violenza di genere”, organizzata dall’ISIS San Giovanni Bosco e C. Cennini di Colle di Val d’Elsa nell’ambito del Progetto Erasmus+ HURRAY Mercoledì, 23 ottobre 2019, ore 10:30-12:30, presso l’Auditorium del Polo Scolastico, viale dei Mille – Colle Val d’Elsa...

Associazione LUI
14 Aprile 2019

Salire in cattedra

L’esperienza dell’insegnamento a Scuola, che vivo per la prima volta in quest’anno scolastico, è intensa e particolare per me, come uomo. Non sono stato padre e, anche se conduco gruppi di vario genere ormai da una ventina d’anni, devo dire che sono fortemente colpito da questa occasione che la...