16 Gennaio 2015

Full Monty – Squattrinati organizzati

Full Monty

Alcuni giorni fa, abbiamo ricevuto una curiosa mail da una nostra “fan”, Elena D’Amore, la quale molto gentilmente ci faceva i complimenti per il lavoro da noi portato avanti e ci esortava nella visione di nuovi film. Fantastico, nuova linfa vitale nel nostro percorso di riflessione sul maschile!

Ringraziandola per il cortese gesto, un po’ incuriositi dalla persona, abbiamo proposto una collaborazione volontaria telematica con Elena, la quale ha subito risposto a “suon di film”, tra cui quello di cui vorremmo parlare oggi.

Full Monty – Squattrinati organizzati

Il film è di Peter Cattaneo, una commedia, aggiungerei “avanguardista” del 1997.

Elena D’Amore, descrive il film come: “Gli uomini si sono davvero estinti? Dipende, dalla capacità che troveranno di ridere di sé. Un bellissimo film che racconta di come un gruppo di uomini disoccupati e disillusi, nell’Inghilterra di Margaret Thatcher, riesca a superare le abitudini, il conformismo e la paura di fallire, riconquistando l’affetto e la stima dei propri cari e di se stessi. Un film divertente e intelligente. Da vedere!”

Incuriosito da quanto scritto da Elena è nato in me il desiderio di rivedere questo film che mi era già piaciuto quando uscì ma che non avevo certo visto alla luce del percorso intrapreso attraverso l’Associazione LUI.

Ebbene, l’ho trovato incredibilmente bello ma soprattutto ancora molto attuale.

Quello che ho visto è stato un gruppo di “uomini sull’orlo di una crisi di nervi”, senza soldi, ridotti a rubare travi, a fingere alle proprie mogli realtà che non esistono più, uomini senza lavoro, uomini senza dignità e identità, pronti a uccidersi… In poche parole uomini ridotti in mutande e forse neanche quelle.

Vedendo questo film ho visto anche uomini che si riunivano, clandestinamente per uno scopo, un’obiettivo comune che li ha resi un gruppo, una squadra e non più degli individui soli. Un gruppo che nonostante le loro contraddizioni, i loro stereotipi maschilisti di genere, i loro stessi pregiudizi ha iniziato a credere in qualcosa di “pazzesco”, qualcosa di mai visto: la loro capacità di mettersi in gioco, di metterci la faccia e non solo…

Un grande film da vedere e rivedere con occhi sempre nuovi.

Grazie Elena D’Amore.

JP

Potrebbero interessarti

cry-macho-recensione-nerdevil
9 Settembre 2023

Cry Macho – Ritorno a casa

Alcuni giorni fa ho visto su Netflix un film del 2021: “Cry Macho – Ritorno a casa”, regia di Clint Eastwood e da lui stesso interpretato. La trama è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo del 1975 scritto da Nathan Richard Nusbaum, noto come N. Richard Nash e racconta di una ex...

Milano
15 Febbraio 2022

Il branco contro le ragazze, Milano capodanno 2021

La presente sezione: “Sguardo di Genere”, ha l’obiettivo di diventare un possibile archivio condivisibile con tutte le persone che ne faranno accesso, dove trovare “un po’ di tutto”: piccoli video, canzoni, articoli, recensioni, qualsiasi cosa inerente il genere e possibilmente il maschile. Oggi riportiamo di seguito alcuni link che...

NOTTI IN BIANCO, BACI A COLAZIONE
21 Febbraio 2022

Notti in Bianco, Baci a Colazione

Alcune settimane fa, sono incappato in un simpatico film che mi ha fatto molto riflettere e che ho trovato molto affine alle tematiche trattate dall’Associazione LUI: “Notti in Bianco, Baci a Colazione“, film del 2021, regia di Francesco Mandelli. Il film è tratto dal romanzo omonimo che ha dato...