20 settembre 2016

Un grande livornese

Un grande livornese

“Siam pronti alla morte, l’Italia chiamò, sì!”

Ha risposto “sì!” anche stavolta, all’ultima chiamata ufficiale.

Ora che non c’è più il Presidente Carlo Azeglio Ciampi, cerchiamo almeno di avere cura della sua eredità umana.

Questo non vuole essere un commento politico quanto, piuttosto, un piccolo gesto di riconoscenza ad un uomo che ha dato lustro alla nostra amata città nelle più importanti istituzioni nazionali ed internazionali, portando sempre con sé l’odore di salmastro.

Livornese verace, europeista convinto, statista, Ciampi – tra i molti meriti (a mio avviso) – ha avuto quello di riavvicinare gli italiani e le italiane al proprio inno nazionale, sdoganando il termine “Patria”, e personificando i valori dell’Unità nazionale e del Risorgimento.

Fu Presidente della Repubblica amatissimo, colui che ci guidò nel nuovo millennio: si imponeva sottovoce, con il grande dono dell’empatia con la gente, del dialogo franco e della battuta di spirito, valori fondanti dell’Associazione LUI, Livorno Uomini Insieme.

Con lui al Quirinale, forse, ci siamo avvicinati un po’ di più l’un con l’altra, strinti dal verde, bianco e rosso del suo amato Tricolore.

Un padre, uno zio, un nonno per le italiane e gli italiani: anche i detrattori politici e gli euro-scettici dovranno dar atto almeno di questo.

Non un “uomo d’altri tempi”, bensì un nostro contemporaneo a cui ispirarsi.

Spero tanto che la sua Livorno non lo dimentichi, come sta facendo con altri illustri concittadini del passato, e da queste righe propongo che l’attuale Piazza Grande sia al più presto intitolata a Carlo Azeglio Ciampi.

Che la terra ti sia lieve.

 

(Gabriele Lessi)

 

Uno stato interessante 13 luglio 2018

Uno stato interessan ...

Sono passati diversi mesi da quando una mattina d’inverno...

Uno di noi 1 giugno 2018

Uno di noi

Intorno alla morte di Fabrizio Frizzi c’è chi dice...

Sei anni con LUI (maggio 2012-maggio 2018) 21 maggio 2018

Sei anni con LUI (ma ...

Sono già passati sei anni da quando sono venuto...